Visualizza la navigazione
ENG | ITA

Festival Villa Solomei

ANNULLATI FESTIVAL 2020
ED ATTIVITÀ FONDAZIONE

Stante il protrarsi della situazione di emergenza che stiamo vivendo, non solo a livello nazionale, e visti comunque i tempi lunghi per la normalizzazione delle vite di tutti noi, la Fondazione Brunello e Federica Cucinelli si vede costretta ad annullare la XXII Edizione del Festival Villa Solomei che si sarebbe dovuta tenere nei giorni del 21, 26, 27 e 28 giugno 2020. Una situazione molto difficile, senza dubbio la peggiore che la nostra bella Italia sta affrontando dopo la seconda guerra mondiale. In questo contesto, e nella consapevolezza che tutto ciò continuerà ancora per alcune settimane, sono annullati anche i concerti previsti nei mesi di Aprile e Maggio, inseriti nella Stagione Artistica del Teatro Cucinelli e nella Rassegna organistica “Ad Mariae Laetitiam”. Lo stesso vale per la conferenza in calendario per sabato 20 Giugno 2020 An die Musik - Beethoven e l’Italia. Una decisione sofferta ma dettata da senso civico e responsabilità, in primis, a tutela del bene più prezioso: la salute. Non avremmo mai pensato di vivere una situazione del genere ma siamo sicuri che ne usciremo più forti e più coesi di prima. La Fondazione esprime la propria gratitudine a tutto il pubblico che ha seguito, sostenuto e spronato a migliorare di anno in anno la propria attività ed offerta musicale. Un ringraziamento particolare va ai nostri collaboratori e tecnici per quanto hanno messo in opera finora, nella speranza che tutto ciò possa essere recuperato non appena la situazione internazionale si sarà stabilizzata. Attraverso i propri canali social la Fondazione e il Teatro Cucinelli terranno aggiornato il pubblico sull’evolversi delle attività.

Sembra davvero che le muse abbiano eletto a propria dimora Solomeo, quasi piccola, novella Atene Periclea.
Il Teatro, l'Accademia, l'Anfiteatro, come gli edifici che sorgono sull'Acropoli, sono i luoghi sacri delle arti protette dalle muse.
Il Festival di Villa Solomei una delle sue forme musicali più belle.
Oggi, il Festival svolge un ruolo di primo piano nella divulgazione popolare della musica classica ai più alti livelli.
La finalità del Festival Villa Solomei è del tutto coerente con gli ideali umanistici di Brunello Cucinelli, e di anno in anno, con il suo crescente successo, dimostra l'utilità di diffondere le forme artistiche più sensibili della bellezza al di là delle esclusive cortine dell'austera tradizione. Il Festival intende far rivivere l'uso ottocentesco, quando gli spettatori più sanguigni della musica operistica erano proprio i rappresentanti del popolo, che dalle "piccionaie" dei teatri decretavano il successo o il fiasco di una produzione, magari con una sincerità forse maggiore di quella dei critici con una competenza non meno raffinata.
Il "Festival Villa Solomei" è dedicato a Don Alberto Seri, venerato parroco di Solomeo, fondatore del "Coro Canticum Novum", scomparso il 24 agosto 1997.